PERUGIA, DAL 1 AL 6 MAGGIO CUORE DELLA LETTERATURA IBERICA E LATINOAMERICANA

DI VANNI CAPOCCIA

Per merito di Encuentro Perugia, dell’Arci e di una dimensione e bellezza che sembra fatta apposta per accogliere eventi culturali Perugia, che non ha ancora perso il sapore delle buone cose che le ha lasciato in bocca il Festival del giornalismo, già ospita un’altra importante manifestazione culturale.

Si tratta di “Encuentro Festa delle letterature in lingua spagnola e latino americane”. Appuntamento imperdibile per gli appassionati di letteratura che dal 2 al 6 maggio porterà a Perugia scrittori, disegnatori, musicisti, attori e giornalisti in luoghi culturalmente importanti della città quali il Museo archeologico, l’Università per stranieri, teatri, cinema, biblioteche (bellissima quella del Convento di Monte Ripido), con significative estensioni il 3 e il 4 maggio verso Terni.

Un festival, arrivato alla sua quarta edizione diventando rapidamente adulto, che inizierà alla grande con l’anteprima del 1° Maggio con Paco Taibo II e l’inaugurazione del 2 maggio con gli “Anni lenti” della Spagna di Fernando Aramburu. Scrittore, quest’ultimo, che con il suo appassionante “Patria” è stato uno dei pochi casi editoriali del 2017, grazie anche alle autorevoli parole che per questo romanzo spese il grande scrittore peruviano naturalizzato spagnolo Mario Vargas Llosa, meritatissimo Premio Nobel per la letteratura nel 2010.

Di particolare importanza il progetto “Encuentro nelle scuole”. Ha coinvolto sette istituti tra Perugia, Città della Pieve e Gubbio e si concretizzerà in due incontri, uno dei quali “Mercè Rodoreta, voce catalana del Novecento” dedicato alla grandissima scrittrice perseguitata dal franchismo che ha vissuto in esilio gran parte dei suoi anni scrivendo in catalano quando era una lingua destinata a diventare lingua morta. Altro incontro da segnalare l’omaggio ad Antonio Tabucchi con Romana Petri scrittrice che, come Tabucchi, ha un intenso legame con Lisbona e la letteratura portoghese.

Ma al di là delle indicazioni che si possono dare “Encuentro”, come tutte le manifestazioni ben riuscite, suscita la voglia di perdersi nel programma scegliendo da soli dove dirigere i propri interessi e la propria curiosità. Andando, per esempio, per “La ultima Copa” a chiacchierare sul far della notte in compagnia di un bicchiere di vino con gli ospiti di Encuentro presso la piccola e coraggiosa libreria indipendente Mannaggia di via Cartolari.

Vanni Capoccia

L'immagine può contenere: cappello
L'immagine può contenere: 1 persona, persona seduta, primo piano e spazio al chiuso
L'immagine può contenere: 1 persona, occhiali, cappello, barba e primo piano