1° MAGGIO, OK A CONCERTONE MA MANCA IL CONCETTONE PIU’ IMPORTANTE: IL LAVORO

DI MITA MEDICI

Il Concertone del 1° Maggio ci sarà, peccato manchi completamente il Concettone del significato profondo che questa giornata aveva. Il lavoro oggi è diventato quasi un ricatto, un’elemosina lanciata con disprezzo tra una folla di disperati, per lo più giovani o un privilegio non meritato per alcuni. E quelli che vorrebbero tentare di cambiare lo stato delle cose, vengono derisi e sbeffeggiati attraverso i media prima, e poi, come le pecore al pascolo, dalla massa informe della gggente che guarda il grande fratello e fazio e i tg e formigli e le iene e ballando con le stelle e vespa…come se fossero la stessa identica trasmissione.
L’unico augurio che mi viene dal cuore è che Todo Cambi un giorno finalmente!! Chissà se quel giorno io ci sarò ancora, ma me lo auguro per i più giovani, per quelli che non ne possono più di patire, per le donne che lottano per loro e per i loro figli, per chi non smetterà mai di sognare e di battersi per realizzare i propri sogni, per tutti quelli che non sputano sentenze col deretano al sicuro, per artisti di tutte le arti, per chi ce la fa e tende una mano a chi è rimasto indietro, per chi ha il coraggio di cambiare assumendosene i rischi. Auguri, dunque, per il 1° Maggio e il suo Concettone.