MATTARELLA:” GOVERNO DI GARANZIA FINO A DICEMBRE POI IL VOTO”

DI LUCA COLANTONI

Governo di garanzia, governo neutrale fino alla fine dell’anno poi, dopo l’approvazione della legge di stabilità, urne. Con il divieto di candidatura per i membri dell’esecutivo tecnico.

Questa la strada caldeggiata dal Presidente della Repubblica Sergio Matterella alla fine del lunedì di consultazioni finali, rilevata l’impossibilità di governi politici o di un governo di minoranza.

Mattarella ha invitato i partiti a dare un nuovo governo al Paese presto, precisando che l’esecutivo neutrale, di garanzia, sarebbe in ogni momento disposto a dimettersi in caso di accordo politico tra i partiti.

Mattarella tra martedì e mercoledì dovrebbe comunicare il nome del futuro presidente del Consiglio.

In caso l’esecutivo del Presidente non abbia la fiducia, cosa molto probabile salvo l’appoggio di molti “peones” tra i partiti contrari alla soluzione quirinalizia, ovviamente si andrà la voto.