ROTTAMAZIONE CARTELLE, ULTIMI GIORNI PER CHIUDERE IL CONTO SENZA INTERESSI E SANZIONI

DI PATRIZIA ING. LASSANDRO

Le domande per la rottamazione delle cartelle vanno presentate entro il 15 maggio 2018, anche on line. La rottamazione riguarda sia le imposte sia le multe non pagate affidate all’agente della riscossione fino al 30 settembre 2017. Aderendo alla rottamazione si pagherà solo l’importo delle tasse non versate, mentre nulla è dovuto per sanzioni e interessi di mora.
La richiesta si può presentare anche nell’area libera del portale agenziaentrateriscossione.gov.it, oppure dalla propria area riservata se si è ovviamente in possesso del pin dell’Agenzia. Sul portale sono visionabili anche una serie di risposte ai quesiti più frequenti e la guida complete alla compilazione della domanda, mentre sul canale YouTube di Agenzia delle entrate-Riscossione è possibile, altresì, trovare e visionare il video-tutorial appositamente predisposto per l’utenza.

Per la domanda occorre compilare accuratamente il modulo DA 2000/17, reperibile sul portale. Il modulo va presentato attraverso una delle seguenti modalità: via pec; direttamente online tramite il servizio “Fai D.A. Te”; delegando un professionista delegato; oppure presso uno dei 200 sportelli di Agenzia delle entrate-Riscossione.

Questa rottamazione bis sta facendo segnare grandi numeri. Al 26 aprile scorso, infatti, sono state presentate circa 455.000 domande, la metà delle quali consegnata attraverso i servizi digitali e la posta elettronica certificata. Nella “classifica” per regione, il Lazio è in testa, seguita dalla Lombardia e dalla Campania, Puglia, Emilia Romagna, Toscana, Veneto, Piemonte, Valle d’Aosta, Calabria, Sardegna, Liguria, Marche, Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Umbria, Basilicata , Trentino Alto-Adige e infine il Molise. In un contesto di crisi, l’occasione per risparmiare qualche euro, di sicuro non è sfuggita agli italiani, stando ai numeri delle domande presentate ad oggi.