LA MAMMA CORAGGIO E’ DIVENTATA “NONNA”

DI RENATA BUONAIUTO

Era il 22 novembre quando vi abbiamo raccontato la storia di Daniela, la “mamma coraggio”, che ha deciso di denunciare il figlio fermando così la sua latitanza. Michael era un giovane pieno di sogni e di progetti ma, un quartiere difficile, delle amicizie poco affidabili, pian piano l’avevano convinto che potevano esserci strade più veloci e semplici da attraversare. Lo sguardo sempre attento e presente della madre non era riuscito a fermare l’irruenza e la leggerezza di Michael. Gli arresti domiciliari cui era stato sottoposto erano una gabbia intollerabile e con l’ingenuità e la testardaggine della sua giovane età aveva un giorno deciso di scappare via, come se allontanarsi, fuggire, lasciare tutto, potesse cancellare il passato e riconsegnargli la libertà.
Daniela, ha vissuto mesi, settimane, notti in un angoscia indescrivibile, fino al giorno in cui, intuendo gli spostamenti del figlio e nella certezza che mai avrebbe rinunciato ad esser presente alla prima ecografia del bimbo che la sua dolce compagna aspettava, ha deciso di informare le forze dell’ordine. Sapeva che per Michael quella decisione sarebbe stato il tradimento più grande, sapeva che rabbia ed odio avrebbero ferito il suo cuore, ma l’amore di una madre riesce a guardare oltre.
Quel sacrificio era l’atto d’amore più grande che potesse compiere e proprio grazie a quell’amore, le sue ferite si sarebbero pian piano rimarginate.
Era trascorso solo un mese dal suo arresto, ma per Daniela era stato un tempo infinito, poi un giorno all’improvviso quel telefono aveva squillato, Michael voleva vederla, chiederle scusa, dirle grazie.
I loro incontri erano diventati un motivo di gioia, di riflessione, di progetti futuri e…di attesa, perché intanto la data del parto si avvicinava sempre più. Luciana la sua compagna riempiva la bacheca dei social postando foto dei loro incontri, dolci messaggi, il suo pancione sempre più grande.
Oggi il grande giorno è arrivato, sono diventati genitori di un meraviglioso bimbo. Michael era lì al suo fianco, a tenerle la mano a promettersi amore eterno. Il loro cucciolo ora dorme sereno vicino alla mamma ed al papà, con un futuro tutto da costruire. Lo sguardo di Michael mentre stringe fra le braccia il piccolo Bryan, lasciano scoperta la sua anima, consentono di scoprire ancora la purezza del suo cuore, la sua innocenza, la sua bellezza. Bryan non lo sa, ma già all’inizio del suo “viaggio”, per giungere fino a qui ha compiuto un miracolo, regalando tanta forza alla sua nonna, ed oggi quando i suoi occhi si sono aperti alla vita ne ha compiuto un altro donandoci la certezza che grazie a lui adesso il loro cammino sarà più saldo, più sicuro, più forte.
Bryan potrà contare su due giovani ed innamorati genitori che sapranno vegliare e prendersi cura di lui, ma scoprirà presto che alle loro spalle c’è una “nonna coraggio”, che della sua vita ha fatto un dono immenso a tutti insegnandoci a comprendere la forza dell’Amore.