A TEATRO “IL SINDACO PESCATORE”, STORIA DI UN EROE NORMALE

DI RITA DALLA CHIESA

Stasera sono andata a teatro a vedere “Il Sindaco Pescatore” interpretato, anzi, rivissuto da uno straordinario #EttoreBassi. Ho pianto. Perché nelle parole di questo eroe normale, risentivo altre parole, di altri eroi normali. Parole che continuo a portarmi dentro, come esempio da non dimenticare mai. Angelo Vassallo, il Sindaco Pescatore, era un uomo che amava il mare, la sua terra, i suoi concittadini. Ma amava soprattutto la legalità’. Quella che tutti dovremmo rispettare nelle piccole cose e nei piccoli gesti di ogni giorno. Un sindaco che, proprio perché’ era anche pescatore, amava la bellezza delle coste e dei porticcioli del Cilento, le sue luci e le sue spiagge pulite, lottando contro ogni tipo di interesse economico…e contro chi voleva costruire, inquinare…La sera del 5 settembre del 2010 la sua passione per il mare e per la legge venne fermata dalla violenza delle pallottole. Stava tornando a casa da sua moglie. E, a distanza di otto anni, nessuno sa ancora chi sia stato. Dietro ogni vita spezzata ci sono sempre delle finestre chiuse…. Da qui, stanotte, voglio dire grazie ad Angelo Vassallo e a tutti gli eroi “normali” che troppo spesso non appaiono sulle prime pagine dei giornali. E grazie a Ettore Bassi per averlo, invece, ricordato. Con amore e con passione.

L'immagine può contenere: una o più persone, persone sul palco, persone in piedi, notte e spazio al chiuso
L'immagine può contenere: una o più persone