LA CASA INTERNAZIONALE DELLE DONNE, SALVIAMOLA

DI PAOLO BROGI

Per chi non sta a Roma: succede che i Cinquestelle romani procedano, sulla base di una mozione proposta da una consigliera comunale dei loro (tale Guerrini, la stessa che ha fatto annullare l’arena estiva dell’ex America Occupato a Trastevere), al disconoscimento di ciò che è la Casa internazionale delle Donne a via della Lungara per procedere a un bando tanto assurdo quanto fumoso e punitivo. Insomma, lo sfratto.
Stasera le donne di via della Lungara sono state introdotte nell’aula Giulio Cesare del Campidoglio dopo essere state “perquisite” e non hanno potuto consegnare le 50 mila firme raccolte contro lo sfratto della Lungara.
Il consiglio dominato dai Cinquestelle ha approvato la mozione Guerrini.
Sulla perquisizione: il consiglio comunale di fatto non è più un organismo pubblico e la stessa attività dei giornalisti è limitata se non altro dal fatto che la sala stampa è stata inizialmente disattivata dalla giunta Raggi.
Questo è il clima romano