NAPOLI MERDA? NO, MERDA IL RAZZISMO LEGHISTA

DI RAFFAELE VESCERA

L’onda lunga del razzismo leghista colpisce il Napoli, ma non è solo calcio, è barbarie che offende la dignità di un popolo.  Il calciatore della Juventus Douglas Costa si esibisce con un “Napoli merda” e la bara del napoletano Insigne. Non pretendiamo certo che i calciatori abbiano un alto livello culturale, mentre sappiamo che quello di molti ultras è davvero basso, dunque possiamo sorvolare sull’insulto razziale causato dall’ignoranza. Ciò che invece non accettiamo è il silenzio delle società calcistiche che non prendono le distanze da tali comportamenti barbarici, espressi da un loro tesserato, dunque “ufficializzati”. Comportamenti che comunque diffondono inaccettabili e pericolosi pregiudizi razziali, causa di emarginazione e anche violenze mirate. Attribuire la colpa di tali insultanti slogan, seppur calcistici, al leghismo è d’obbligo, quel leghismo che da decenni urla improperi vergognosi contro i meridionali, coinvolgendo lo stesso Salvini. Non è solo calcio, è un diffuso sentimento razzista, sul quale anche le forze politiche tacciono, forse perchè condiviso con quella lega con cui si fanno persino contratti di governo.

Altro…