AL POSTO DEI FRANCESI STAREI ATTENTO A DENIGRARE L’ITALIA

DI MASSIMO RIBAUDO

Io non direi mai che “della Francia ce ne freghiamo”, come ha detto Giorgia Meloni. Non fosse altro perchè tra i principali gruppi bancari italiani c’è BNL-Paribas e due terzi dei centri commerciali italiani hanno le mura di proprietà francese. Ma io non saprei fare una campagna elettorale di immani cazzate quale l’ultima che abbiamo vissuto.

Una tiratina d’orecchie ai francesi però la darei. Lo scontro elites-popolo è nato in Francia, così come la reazione fascista dei lavoratori ebbe il suo campione in Maurras, che adorava Mussolini.

Insomma, i cuginetti non sono scevri da responsabilità. Anche perché il primo grande scontro POPOLO-NOBILTA’ è il loro: la Rivoluzione Francese. Che poi ha generato un modello dittatoriale imperialista molto simile al nazismo e al fascismo. Solo che Napoleone Bonaparte è fico, mentre Benito e Adolfo sono brutti e cattivi. E, quindi, fossi francese, starei molto attento a denigrare l’Italia. Perchè le President Gigolò non sta messo meglio del Parlamento italiano.

treccani.it
Rivoluzione francese Complesso degli eventi politici e sociali avvenuti in Francia tra il 1789 e il 1799, con la formazione della monarchia…