CERCASI SINISTRA EUROPEISTA DISPERATAMENTE

DI GIULIA RODANO

Quanto manca una sinistra, in questo momento!
Una sinistra europeista, che voglia cambiare le politiche europee, che si proponga di costruire una alleanza tra tutte le forze europeiste per poter riaffermare i diritti del lavoro, combattere la precarietà e restituire un futuro agli europei, per combattere l’impoverimento e l’ingiustizia, per avere una Europa accogliente verso i migranti, ma una sinistra consapevole che oggi la parola d’ordine di uscire dall’euro è di destra , come lo era durante la crisi della Grecia.
Una sinistra così metterebbe alle strette il 5Stelle e ne farebbe emergere le contraddizioni tra le sue diverse anime e toglierebbe dal gioco la destra leghista, antieuropea, nazionalista, xenofoba e classista, proverebbe a costruire un programma di governo di cambiamento e europeista e muterebbe veramente il quadro dell’Europa, ad un anno dal voto per il rinnovo del Parlamento europeo.
E liberebbe il Paese da elezioni anticipate in cui si dovrebbe scegliere tra un fronte antieuropista di destra e un fronte europeista sempre di destra.
Ma una sinistra così non c’è. Forse sarebbe proprio la cosa su cui lavorare.