GRAZIE RENZI, LA MUCCA ORMAI E’ IN CAMERA DA LETTO

DI LUCIO GIORDANO

Altro che in corridoio. La mucca nera, xenofoba, populista, reazionaria , quella mucca tanto evocata da Pierluigi Bersani,  si è  sdraiata comodamente in camera da letto e difficilmente la si riuscirà a spostare. Con la direzione del Pd di ieri, in cui ha stravinto la linea  Renzi, niente accordi con i 5 stelle, la speranza di un governo di cambiamento è evaporata nei  muscoli mostrati dall’ex segretario dem.

Renzi, infatti,  ha imposto ancora una volta la sua leadership, nonostante la catastrofe elettorale del 4 marzo, nonostante i disastri del referendum,  e i risultati da emorragia continua ottenuti dal 2015 in poi  nelle provinciali, nelle comunali, nelle regionali. Cioè negli anni  in cui l’ex sindaco di Firenze è stato alla guida del partito. Analisi sulla sconfitta più recente? Nessuna. Come se il Pd vivesse questa fase di colpevole immobilismo, continuando a non voler capire i motivi che lo hanno allontanato dai suoi elettori. Zero sforzi di autocritica. come ha dimostrato anche ieri il renziano Rosato a Piazza Pulita, su la 7

Nella direzione dem, serviva  uno scontro anche violento , per sbrogliare la matassa. E invece, niente,  la resa dei conti è stata  semmai rimandata al congresso, previsto forse a fine mese. Con un reggente, Maurizio Martina, riconfermato sì, ma a responsabilità limitata. Comanda Renzi, insomma, e non lui. A queste condizioni, dunque,  il dialogo con i 5 stelle è stato frettolosamente accantonato. E’ stata  riposta in cantina l’unica possibilità di allontanare il pericolo della destra al governo.  Se ne sarebbe parlato magari tra cinque anni, quando l’ondata reazionaria, che parla alla pancia ignorante del Paese, sarebbe passata. Così invece Salvini ha rialzato la testa e ha già chiesto un pre incarico, Berlusconi continua a tramare nell’ombra, la Meloni ha ripreso fiato.

Grazie alle chiusure di Renzi, la mucca nera ha sfondato la porta della camera da letto e si è infilata sotto le coperte. Adesso solo Mattarella può provare a farla alzare per riaccompagnarla in giardino. Impresa titanica. Quando la destra trova il modo per occupare poltrone, difficile riuscire a mandarla via. Tanto più se a proteggerla c’è, come sempre, il mondo della finanza e quello  delle banche. Povera Italia. A questo punto solo un miracolo ci può togliere dai guai. E che potrebbero essere guai grossi, ormai ne sono tutti convinti.