IL GOVERNO DEL CAMBIAMENTO E’ PARTITO. ORA SERVE UNA SINISTRA ALTERNATIVA CONTRO LE DUE DESTRE

DI PAOLO FERRERO

Il governo tra 5 stelle e Lega è partito e gode di un significativo consenso popolare basato sulla disperazione e sulla richiesta di cambiamento. Si tratta di un governo molto di destra, fortemente intrecciato con le classi dominanti, che ha visto il mercato azionario salutarlo con una crescita degli investimenti finanziari, ma è indubbiamente un governo legittimo dal punto di vista delle regole democratiche.
Adesso comincia una nuova partita con le destre populiste al governo e le destre tecnocratiche all’opposizione.
A noi il compito di costruire una sinistra degna di questo nome, entrando in sintonia con la richiesta di cambiamento che ha spinto una parte delle classi popolari a votare 5 stelle e Lega.
Occorre sviluppare questo desiderio confuso e in parte impastato di razzismo – che si è espresso con una passività delegante – in una ripresa di parola e protagonismo delle classi popolari.
Un protagonismo contro gli avversari di classe, contro i ricchi e gli sfruttatori, contro le classi dominanti. Un protagonismo che nel verificare la non utilità della delega alle destre populiste, superi la guerra tra i poveri e la subalternità alla narrazione dominante. Costruire il quarto polo, costruire la sinistra di alternativa contro le due destre, significa uscire da qualsiasi minoritarismo per aprire la lotta per l’egemonia denstro questa crisi organica della società italiana.