ANTHONY BOURDAIN LO CHEF MORTO SUICIDA

DI ANNA LISA MINUTILLO

Anthony Bourdain è morto oggi, venerdì 8 giugno, a Strasburgo: aveva 61 anni. A ritrovare il suo corpo senza via è stato il suo amico Eric Ripert. Nelle ultime ore ha preso piede la pista che parla di suicidio per Anthony Bourdain. La morte è avvenuta in Francia dove si trovava per registrare una trasmissione tv per la Cnn. Una notizia che ha sconvolto gli amici di una vita ma anche molti personaggi VIP che l’hanno conosciuto personalmente.
Bourdain è stato tra i primi ad occuparsi di un programma di cucina, e lo ha fatto nel migliore dei modi. Con il suo programma No Reservations (nessun posto riservato) era diventato una star in tutto il mondo, anche in Italia dove la televisione ha proposto il suo programma. Non era il solito cuoco, ma una personalità di grande cultura (era giornalista e scrittore). Le sue doti di simpatia, naturalezza e profondità, lo hanno fatto amare da molte persone. Nei suoi viaggi intorno al mondo raccontava le cucine tradizionali. Incontrava le persone e descriveva il loro tipo di vita, soprattutto la sua attenzione era rivolta a quelle più povere e sfruttate. Si occupava inoltre dei diritti dei lavoratori nel mondo della cucina. Secondo quanto riportato dalle prime notizie, Bourdain si sarebbe suicidato, impiccandosi nella camera di un hotel in Francia. Da tempo viveva una storia d’amore con Asia Argento e si era fortemente schierato con lei nella campagna contro gli abusi sulle donne.( #MeToo.)
La notizia è rimbalzata sui media di tutto il mondo, non solo per via del carisma e della notorietà del personaggio, ma anche perché al momento la sua morte appare inspiegabile: dato che almeno apparentemente non c’erano state avvisaglie o particolari avvenimenti che potessero far presagire una fine così tragica. Al momento, non c’è nessuna dichiarazione da parte di Asia Argento con la quale pare non ci fossero problemi.
Solo qualche giorno prima della drammatica morte si mostrava felice in un video pubblicato su twitter insieme alla compagna e alla produzione di PartsUnknown, il suo programma sulla CNN.
Ora sarà compito degli investigatori cercare di capire cosa è realmente accaduto e cominciare a scavare nella vita di questo chef 61enne che amava girare il mondo e diffondere le culture gastronomiche.
Ma chi era Anthony Bourdain?
Possiamo definirlo un pioniere dell’abbinamento tra cucina e media.
Giunto sul piccolo schermo prima su Food Network, poi con ‘Anthony Bourdain: No Reservations’ -vincitore di due Emmy- su Travel Channel. Nel 2013, ‘Parts Unknown’ (in Italia arrivato col titolo ‘Cucine segrete’) ha segnato l’inizio del binomio con la Cnn.
Nato a New York nel 1956 – avrebbe compiuto 62 anni il prossimo 25 giugno – con il suo primo libro Kitchen Confidential, l’autobiografia sesso, droga e cucina pubblicata nel 2000, aveva guadagnato la strada del successo che ha percorso per tutta la sua vita viaggiando in ogni parte del mondo. Particolare infatti resta il suo aver vissuto in prima persona le diverse culture per poi raccontarle attraverso le varie tradizioni culinarie.
Lo chef lascia una figlia Ariane, di 11 anni, avuta dalla sua seconda moglie, un’italiana Ottavia Busia da cui aveva divorziato nel 2016.
Pochi mesi dopo, l’incontro con Asia Argento sul set romano di una puntata di Parts Unknown. I due facevano coppia da più di un anno.
La sua carriera
Anthony Bourdain, diplomato al Culinary Institute of America, ha lavorato in famosi ristoranti di New York e firmato numerosi articoli su vari prestigiosi quotidiani, dal New York Times, a The Times, ma anche su The Independent.
La sua notorietà è stata incrementata tramite la sua partecipazione in varie serie televisive, come Senza prenotazione in Italia visibile su Sky e dal 2011 sul digitale terrestre su Rai 5. Dal 2014, su La EFFE, lo chef è stato protagonista di viaggi in tutto il mondo, alle prese con la cucina locale, i costumi, la cultura del luogo. Inoltre, ha ricoperto il ruolo di giudice nella trasmissione televisiva Top Chef.
A farlo conoscere in Italia soprattutto le reti tematiche satellitari.Viaggio di un cuoco, trasmesso da Discovery Travel & Living, laF, che ha trasmesso diversi dei suoi titoli, come Anthony Bourdain: Parts Unknown, diventato in Italia “Cucine segrete”.
Molti i messaggi di cordoglio, tra questi quelli dell’attuale e dell’ex Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump e Barack Obama, il quale in una nota ha ricordato un pranzo che ebbe con lui in quel di Hanoi.
E’ stato definito “la vera rockstar del mondo culinario”, e forse proprio come è accaduto ad altre rockstar la sua scelta finale non troverà mai delle motivazioni certe, ed il suo diventerà un mito che ci accompagnerà ogni qual volta verremo in contatto con le culture degli altri paesi, cosa che lui amava tanto.