COI MIGRANTI RESPINTI DAI PORTI ITALIANI IL VANGELO SECONDO SALVINI

DI GILBERTO SQUIZZATO

Nel 382 l imperatore Teodosio proclamò il cristianesimo religione di stato eppure nel 390 il vescovo di Milano Ambrogio gli proibì di entrare nella cattedrale di Milano perché si era macchiato di delitti contro l’umanità. Nel 2018 Matteo Salvini ha tenuto un comizio in piazza Duomo a Milano brandendo Vangelo e rosario garantendo di difendere i valori della civiltà cristiana. Poco dopo ha vinto (un po’) le elezioni e è diventato Ministro degli Interni anche grazie ai 5S di Di Maio che hanno dato la fiducia anche a lui. Ieri Salvini ha chiuso i porti italiani a centinaia di migranti indifesi, fra cui moltissimi minori soli e senza genitori. Ci sarà pure qualche vescovo italiano che avrà il coraggio di dirgli: “Se prima non ti penti di questo comportamento disumano in chiesa non potrai entrare. E metti giù quel Vangelo al quale non obbedisci.” (E che magari lo dica anche al ministro delle infrastrutture, il 5S Toninelli, che tiene i porti chiusi e dice che i migranti sulla nave Aquarius stanno bene.) Non sarebbe bello vedere Delpini che lo ferma sulla porta del Duomo? Quello fu il coraggio di Ambrogio…

Risultati immagini per IL VESCOVO DI MILANO SANT'AMBROGIO