RESTIAMO UMANI, STRONZI

DI LUCIO GIORDANO

A leggere i commenti sul web,  da parte degli ‘itagliani’  sul caso della nave Aquarius, c’è da restare senza fiato. C’è da pensare che milioni di ‘itagliani’ appunto, abbiano smesso di avere un cervello, un  cuore e siano ormai degli automi telecomandati da forze occulte e luciferine che non conoscono  la pietà umana. Magari, stai a vedere,  sono gli stessi che per consuetudine,vanno in chiesa a battersi il petto la domenica mattina, poi un secondo dopo maltrattano le mogli, e fanno a gara a cornificarsi  reciprocamente come alci in calore. Magari sono anche  gli stessi che evadono le tasse, perchè tanto che cazzo me ne frega di pensare alla comunità nella quale vivo e che sniffano autostrade di cocaina per sconfiggere il loro assoluto male di vivere. E che però  i migranti sarebbero ben disposti a farli lavorare in nero nelle loro fabbrichette del nord (ma anche del sud), per meno di un tozzo di pane.Sono loro, va da sè, i primi ad avere abbassato i salari degli itagliani, preferendo  schiavizzare gli sporchi negri e lasciare a secco i giovani del nostro Paese . Sono loro che magari alle elezioni votano l’estrema destra di Lega nord, Forza Italia, Fratelli d’Italia perchè ci vuole ordine e certo, sì , prima gli itagliani . Cattivisti di merda. Altre parole non vengono fuori a chi l’umana pietà sente ancora di averla. .

Sarebbe da augurare loro di trovarsi nelle stesse condizioni dei migranti della nave Aquarius: 621 persone, un terzo dei quali minori in balia delle onde e del rifiuto. Signori cattivisti, avete capito bene? Si sta parlando di neonati, bambini, adolescenti che si sono trovati  ad affrontare  questo viaggio della speranza, che ormai si è trasformato in un incubo a cielo aperto e mare grosso, da cui rischiano di non svegliarsi più. Ah, fossero figli loro, ci sarebbe da ridere. Anzi, magari fossero figli loro. Capirebbero. Ma, ottusi,  non capiscono guidati come sono da masanielli che meriterebbero non un poltrona da ministro, ma di vivere la stessa odissea dei migranti dell’aquarius.

Attenzione. Qui non si sta dicendo che l’Italia debba accogliere tutti i profughi del continente africano. Ed è giusto battere i pugni a Bruxelles, per rivedere il trattato di Dublino. Perchè sì, l’Europa se ne frega, se n’è sempre fregata, anche quando Renzi provò ad alzare la voce. Senza illusioni certo, ma  alzare la voce è necessario. Tranquilli però: anche Salvini verrà seppellito da una risata, dai cinici burocrati che stanno distruggendo l’Europa. Vero: l’Italia è stata lasciata sola e, magra consolazione, i barbari senza cuore e con l’anima complottista, per questo potranno inveire contro Soros, le Ong, Bilderberg, gli squali della finanza, la mafia che ci lucra alla grande eccetera eccetera eccetera.  Oppure prendere le baionette e andare al corpo a corpo contro i governanti di Bruxelles.  Il problema, come è giusto,  andrà insomma affrontato nuovamente in sede europea, e in maniera decisa anche con Malta, che se ne frega. E anche  con i governi fantoccio degli Stati africani messi lì dalle multinazionali e dai predatori coloniali: Germania, Stati Uniti, Francia, Inghilterra, Cina e non solo. Nei secoli dei secoli, ladri di speranza e di materie prime, poche storie .

Andrà affontato il problema, d’accordo. Ma non ora, non con 621 persone che rischiano di morire per il cinismo umano, per ottuse e piccine strategie politiche. Umani che di umano non hanno più niente.  Tutt’al più, cartavetrata al posto dei sentimenti. Solidarietà? Non pervenuta. Uno schifo. Un vero schifo. Del resto le regole del mare sono chiare dai tempi dei fenici. Se ci sono persone in pericolo di vita è tuo dovere salvarle, accompagnarle  in un porto sicuro. Ed è’ quello che vorrebbero fare le ong. E fanno bene a fare. Leggere l’odio nei confronti delle organizzazioni umanitarie, fa male davvero al cuore, per chi ancora un cuore ce l’ha. Attenzione. Anche in questo caso non si sta dicendo che le ong siano impeccabili, prive di colpe, ma insultare medici e volontari che dedicano la loro vita al salvataggio di vite umane è spregevole, squallido, triste.

Picchiati da bambini e cresciuti senza amore, con un’anima nera. Fascista  e razzista. E’ l’unica spiegazione logica per l’atteggiamento di chi in queste ore sta facendo muro contro l’umanità e  sta vomitando odio verso 621 innocenti. Così si è solo disumani, sappiatelo. E quando vedi che una Gelmini, Forza Italia, artefice della famigerata riforma della scuola,  esulta  per il decisionismo di Salvini, ti cadono davvero  le braccia. Ti cadono le palle. Cosa non si farebbe per raccattare quattro voti.  Tutto molto triste, tutto molto becero, tutto molto squallido. Costoro, i cattivisti della minchia urlante, sarebbero invece da stipare domani stesso in centinaia di navi, per far provare loro l’ebbrezza di essere rifiutati da tutti i porti d’Italia.

E pensare che basterebbe poco:   basterebbe semplicemente immedesimarsi per un solo istante. Basterebbe restare umani, come diceva quel grande uomo di Vittorio Arrigoni. Altrimenti , poi, non venite a lamentarvi quando i vostri figli  costretti a lasciare il Paese , saranno maltrattati da chi è più intollerante di voi. Perchè, ricordatevelo, al mondo c’è sempre qualcuno addirittura più intollerante di voi. E non provate a ripetere la solita litania: portateveli a casa vostra, se li prendesse Papa Francesco. Ormai è un disco rotto, frasi ripetute a pappagallo. E senza mezzi termini: con questa storia avete  completamente spaccato  il cazzo.