BUONISTI? SI, QUELLI CHE LOTTANO PER VOI

DI LARA CARDELLA

Quando sarete feriti in mezzo alla strada e chiederete aiuto per voi e vostro figlio; vedrete le macchine passarvi accanto, guardarvi, voi e vostro figlio, e continuare il proprio percorso, incuranti delle vostre grida; e, intanto, attorno, tutt’intorno a voi, nei bar ci saranno bravi padri di famiglia e cristianissime madri che discuteranno su chi dovrebbe aiutarvi, contando il chilometro in cui siete stati investiti e la competenza di chi sarà mai; quando li sentirete gioire perché non viene permesso di portarvi in soccorso, lodi al pugno di ferro di chi, sulla pelle vostra e di vostro figlio, sta costruendo il suo personale tornaconto; quando ci sarà qualcuno che, saputo di voi e vostro figlio, da lontano si offrirà di aiutarvi e voi non riuscirete a crederci e conterete i minuti, interminabili, che vi separeranno dalla vostra salvezza. Allora, ricordate che ognuno di noi, schifoso buonista, come veniamo chiamati da giorni, saremo lì a lottare per voi, ad aprire le nostre braccia a voi e vostro figlio, a chi è debole e ha bisogno di aiuto, con l’orgoglio di chi viene considerato un fesso idealista, ma allo specchio si può guardare senza sentirsi un inutile verme.