75 ANNI DI RAFFAELLA CARRA’, LA SIGNORA DELLA TV ITALIANA

DI ANTONIO AGOSTA

Sono 75 gli anni compiuti da Raffaella Carrà, artista amata dal pubblico italiano e non solo, il caschetto biondo targato Vergottini dall’irresistibile ombelico a tortellino, esibito pubblicamente vent’anni prima di Madonna. Lei è Raffaella Maria Roberta Pelloni in arte Raffaella Carrà, icona ironica della Tv italiana. Raffaella è la donna che ancheggia e volteggia il “Tuca Tuca”, il ballo ideato da Don Lurio, riveste i panni di Maga Meghella duettando teneramente con Topo Gigio e gioca a fare la Star con Mina nell’indimenticabile “Mille Luci”. E’ amata dalle comunità LGBT per il suo coraggio, l’energia e la libertà. “Da piccola sono stata cresciuta da sole donne, e negli anni della scuola uscivo solo con i gay”.

“Com’è bello far l’amore”. “Fiesta” e “Tanti auguri”, sono le sue hit dal successo planetario, oggi rivisitate in chiave Dance Music.

A metà degli anni ’60 inizia la sua carriera al cinema, ad Hollywood, accanto agli attori Bill Cosby e Frank Sinatra, ma nonostante il successo ottenuto nel paese a stelle e strisce, preferisce tornare in Italia e aspettare il suo momento da primadonna per il varietà italiano. Negli anni ottanta debutta in Rai, con uno strepitoso successo a “Pronto, Raffaella?”, per la regia del suo ex compagno Gianni Boncompagni, il quiz dei fagioli, come è stato battezzato ironicamente. Da casa i telespettatori dovevano indovinare quanti fagioli erano contenuti all’interno di un barattolo, oltre ad assistere ai balletti e alle interviste a uomini politici e a gente dello spettacolo. Nel 1987, insieme a Pippo Baudo ed Enrica Bonaccorti farà una breve apparizione per la reti di Berlusconi, Fininvest, oggi Mediaset, ma il suo cuore è altrove. Finita la fase italiana, per un’incomprensione con alcuni dirigenti Rai, azienda per la quale era intenzionata a ritornare a lavorare, lascia l’Italia per trasferirsi in Spagna, luogo in cui è accolta come una diva per la sua grandezza e professionalità artistica.

Negli anni ’90 ritorna nel suo paese presentando “Carramba! Che sorpresa”, un format spagnolo, seguito da oltre 10 milioni di telespettatori a puntata. In seguito la vedremo al timone del “Festival di Sanremo”, “Forte forte forte” e più di recente a “The Voice” su Rai2. Del suo privato si conosce poco, tranne la sua lunga storia con Gianno Boncompagni prima e Sergio Japino dopo, coreografo e regista televisivo. Raffaella ama rimanere nella sua casa dell’Argentario a cucinare per gli amici e giocare a tresette.