IN VIAGGIO IN TRENO IN LOMBARDIA E UNA STORIA DA RACCONTARE

DI RITANNA ARMENI

Treno regionale lombardo. C’è una signora che arriva da Roma, un ragazzo e una ragazza che si tengono per mano e che vengono da Milano, una giovanissima donna di colore che parla al telefonino. Il treno è perfetto, sembra tirato a lucido. La signora telefona al marito. “Il nord è proprio un’altra cosa! se penso ai treni pendolari da Roma in giù!” I due ragazzi parlano di una vita futura in cui vivranno insieme e faranno il pane in casa. Il treno è in orario, La ragazza di colore ha smesso di parlare al telefono. Passa il controllore. La signore porge il telefonino, i due ragazzi hanno il biglietto. Così fa anche la ragazza di colore, ma non è vidimato. Il controllore le dice che deve pagarlo di nuovo e con una multa. La ragazza risponde in un italiano incerto che lei non sapeva… il controllore dice di sbrigarsi. La ragazza risponde che non ha soldi. Lui urla che allora vuole i documenti sennò chiama la polizia. Che cosa crede? di imbrogliare lui? di fare quello che le pare? La signora che si era appisolata e i due ragazzi che non si lasciavano la mano assistono, poi…
Ecco qui mi fermo per chiedervi: secondo voi come va a finire? Poi ve lo racconterò anch’io.

Risultati immagini per UNA RAGAZZA DI COLORE E UN CONTROLLORE IN TRENO