SALVINI PUNTA A FAR SALTARE IL GOVERNO E A ELEZIONI IN AUTUNNO. 5STELLE PRIGIONIERI DELLA SITUAZIONE

DI GILBERTO SQUIZZATO

Ministro Toninelli che chiudi i porti su ordine di Salvini (e ispirazione di Grillo) lo sai che chi di Lega ferisce di Lega perisce? (Post scriptum. Di Maio , il “capo politico” del movimento, sta dimostrando di non essere un genio, nè tanto meno un’abile stratega, e neppure un abile tattico di breve prospettiva. Non ha ancora capito -e impedisce ai suoi fedelissimi di capire- che l’escalation di Salvini ha lo scopo di far saltare il governo per andare alle elezioni in autunno, evitando l’accorpamento con le europee del 2019 quando gli italiani -che nel frattempo avranno aperto gli occhi sulla tragedia che comporterebbe per la loro vita quotidiana l’uscita dall’ euro e la frantumazione dell Unione- non si butteranno plebiscitariamente sull asse Salvini, Lepen, Orban. Non ha capito il giovane e inesperto “capo politico” (che dimostra di non avere studiato la storia) che seguire supinamente Salvini anche nelle brutali prepotenze contro i migranti in mare per paura delle elezioni in autunno significa: a) dimostrare palese debolezza e insicurezza e dunque ricattabilità; b) perdere progressivamente aree del suo elettorato che non rinunceranno ai valori di umanità che davano per scontati nei 5S ricevendo un’avvilente smentita da Toninelli; c) consentire a Salvini di fagocitare FdI e parte di FI consolidando la sua forza elettorale; d) permettergli di esercitare un protagonismo che relega Conte e i 5S al ruolo di gregari. Se avesse studiato un po’ di storia degli ultimi decenni Di Maio saprebbe che NON accettando questa subalternità alla Lega , dissociandosi dai suoi violenti proclami illiberali, mostrandosi pronti ad andare alle urne subito e obbligando lui ad assumersi la responsabilità di rompere il patto di governo avrebbe la possibilità di aumentare i propri consensi e presentarsi più forte alle urne, disponendo di un possibile alleato alternativo (cosa impossibile alla Lega). Ma “quelli che Dio vuol perdere li acceca”; cioè, laicamente, chi si nutre solo del proprio ambizioso narcisismo non vede al là di se stesso rovinandosi da solo. (Senza trascurare un dettaglio decisivo: Di Maio non vuole andare alle urne in autunno e metabolizza il peggio del fascio-leghismo di Salvini perché sa che il candidato del movimento, dopo questo fallimento, non sarebbe lui ma il suo rivale Di Battista. O si gode il potere adesso o mai più , come Toninelli e gli altri. Perciò è disposto a subire tutto, compreso l ordine di chiudere i porti e di far fallire il summit sui migranti dell’Unione sabotato dal blocco di Visegrad. Ma così si sta scavando la tomba politica.

Risultati immagini per SALVINI PUNTA A FAR SALTARE IL GOVERNO E A ELEZIONI IN AUTUNNO. 5STELLE PRIGIONIERI DELLA SITUAZIONE