AL ROGO, IL FENOMENO

DI LUCA SOLDI

 

Correndo il rischio di fare un po di confusione il governo in carica continua ad accanirsi contro i migranti.
Lo fa contro gli ultimi, contro i deboli ma comincia a farlo contro i gufi, i fiancheggiatori, i cattivi maestri.
Fra questi, uno di quelli che fa più indispettire è Tito Boeri, il presidente dell’Inps.
E contro di lui che pare evidenziare sempre il valore e l’importanza verso tutto il Paese dal lavoro dei migranti, si è scagliato il Ministro dell’Interno:

‘C’è ancora qualche fenomeno, penso anche al presidente dell’Inps – e ci sarà tanto da cambiare anche in questi apparati pubblici, parapubblici e parastatali – che dice che non si può cambiare la legge Fornero e che senza immigrati sarebbe un disastro.

Boeri ha sempre sostenuto l’importanza per il sistema pensionistico italiano dell’apporto proveniente dai contributi dei migranti regolari. Un concetto ribadito anche pochi giorni fa, il 29 giugno, al Festival del Lavoro a Milano.
La cosa fa decisamente arrabbiare SALVINI che vorrebbe minimizzare il contributo.
Cosa meglio che minacciare un “rogo”, politico naturalmente e mantenere fede a quanto minacciato oggi.
Il “fenomeno” avrà vita breve dunque,  solo  il  tempo di metterci  mano.