IL LINCIAGGIO PROSSIMO VENTURO

DI SILVESTRO MONTANARO

Accadrà….prima o poi accadrà….
Si moltiplicano gli episodi di intolleranza e di vero e proprio razzismo.
Le cronache raccontano di mille episodi di odio e ferocia.
Una ragazza nigeriana è stata pestata a sangue, le è stato distrutto il bancomat e il telefonino, perché in fila a un bancomat. “ E’ il mio turno. Sono italiano. Torna a casa tua…”.
Un cane è stato sguinzagliato contro un venditore ambulante su una spiaggia. Quando qualcuno a chiesto alla sua padrona perché lo avesse fatto, lei ha risposto: “ Il mio cane odia i negri. Come me!”.
Altri immigrati e profughi sono stati pestati o feriti a colpi di pistola a pallini….
Tutto ciò si è voluto e si vuole. Per un po’ di voti, per qualche spicciolo di potere…
Il web è invaso di fake news, condivise da migliaia di persone. L’ultima mostrava un porto affollato all’inverosimile. “ E’ un porto libico. Sono immigrati e si stanno imbarcando per venire da noi….”. La foto ritraeva uno scorcio di Venezia affollata da una moltitudine di fans dei Pink Floyd…
Un’altra illustrava la pretesa di un immigrato. Voleva che a scuola si usassero i numeri arabi. Ha girato tanto e i commenti erano un delirio di insulti e minacce nei confronti degli invasori islamici. Ma era un falso…
Qualcuno di questi mestatori tiri fuori una prova delle sue affermazioni. Mostri un documento, uno vero, in cui profughi o immigrati chiedano ad esempio che i crocefissi siano aboliti nelle nostre scuole. Un falso, l’ennesimo…
Le “ pretese” documentabili riguardano in qualche caso la qualità dei pasti o dell’accoglienza. Dove è il problema? Qualcuno è andato a verificare che schifo di cibo e di accoglienza viene riservata da chi dell’accoglienza ha fatto business e arricchimento personale?
Si è arrivati persino a negare l’evidenza. Hanno persino taroccato le immagini dell’ultimo naufragio e affermato che nessun bimbo era affogato. “ Quelli che vedete sono solo bambolotti….”.
Qualcuno, in modo organizzato, incita all’odio e nessuno fa niente per arginare questi professionisti dell’odio e della guerra tra poveri. Andrebbero denunciati e perseguiti.
Al Ministero degli Interni abbiamo però un signore che è maestro nella diffusione di notizie false. Mai visto un ministro degli interni chiamare delinquente un degente psichiatrico…L’attuale inquilino del Viminale lo ha fatto a proposito di una brutta storia accaduta nel casertano dove un disturbato mentale ha ucciso, durante una crisi, un povero vecchio. Era un immigrato. Dagli al nero…
Prima o poi accadrà…Accadrà che qualche profugo o qualche immigrato reagirà, si ribellerà alle continue offese e vessazioni….
E sarà la fine. Con il clima che si è creato sarà caccia al nero.
L’Italia, afflitta da mille problemi che nessuno affronta, convinta che il suo nemico siano altri poveracci come lei afflitti da mille problemi, diverrà patria dell’odio. Perderà per sempre l’anima e sarà additata al pubblico disprezzo.
Ma ricordate…Nessuno avrà pietà di noi quando arriveranno i veri nemici e ci sbraneranno come hanno fatto con la Grecia.