OTTIMO DEBUTTO AMERICANO PER SOLLIMA

DI ELISABETTA VILLAGGIO

Nato a Roma nel ’66 è diventato noto al pubblico dopo aver diretto le serie televisive Gomorra e Romanzo criminale. Due anni fa, anche dopo qualche critica non proprio positiva al suo bellissimo film Suburra, è volato negli Stati Uniti dove ha girato Soldado appena uscito nei cinema americani. Soldado, con Benicio del Toro, Josh Brolin e Matthew Modine, ha fatto un’ottima uscita al box office incassando oltre 19 milioni di dollari quando è costato 35. Il film è il sequel di Sicario e uscirà in Italia il 18 ottobre. Ottima rivincita per Sollima che è cresciuto sui set. Il padre, Stefano, era uno sceneggiatore e regista di film e serie tv come i vari episodi di Sandokan. Stefano comincia girando dei corti, fa documentari in zone di guerra, dirige alcune serie tv e debutta al cinema con il film ACAB, un film molto ben girato, che racconta la vita di alcuni poliziotti dal loro punto di vista. Nel 2015 esce il suo secondo film, Suburra, tratto dall’omonimo libro di Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini, che racconta una settimana di novembre del 2011. Il film ebbe un notevole successo di pubblico, incassando quasi 5 milioni di euro ma non ebbe gli stessi riconoscimenti da parte della critica infatti non vinse nessun David nonostante le sei candidature e prese due Nastri d’argento, contro le 7 candidature, che andarono alla miglior attrice non protagonista e alla scenografia.

Soldado, uscito il 29 giugno, si è classificato al terzo posto al box office, dietro Jurassic world e Gli incredibili 2, è andato molto meglio del prequel Sicario, diretto dal regista canadese Denise Villeneuve, che nel primo fine settimana incassò 12 milioni. Il film è un thriller sulla lotta alla droga e le guerre tra i vari cartelli messicani.