FINALMENTE SBARCATI I PROFUGHI DELLA DICIOTTI

DI PIO D’EMILIA

Compresi i “dirottatori”….che non vengono né arrestati né ammanettati.
Per una volta un titolo del “Giornale” condivisibile: “Salvini sconfitto, governo in bilico”. Magari.
Lui ovviamente non ci sta e minaccia: “sulla Diciotti andrò fino in fondo”. O a fondo?
Intanto, grazie al presidente Mattarella per il suo coraggioso intervento. Qualcuno doveva pur fermare questa pericolosa deriva “sovranista”, arrogante e incurante dei più elementari diritti dell’uomo.
Quanto ai presunti dirottatori, per ora ci sono solo due indagati, a piede libero, per “violenza aggravata”. Per carità, ci sta. Vorrei vedere come avrebbe reagito chiunque di noi se fossimo stati nelle loro condizioni. resta il fatto che l’armatore della Vos Thalassa smentisce che ci sia stata una violenza diffusa ed un tentativo di “impossessarsi” della nave. Tutto lascia pensare che sia stato un modo per giustificare l’intervento della Guardia Costiera, gente dotata di grande umanità oramai abituata a questi tipo di situazioni, e consentire lo sbarco in Italia. Grazie dunque anche alla Guardia Costiera, per aver avuto il coraggio di agire in base ai principi dell’emergenza umanitaria e della solidarietà internazionale e non quelli imposti dal pre-ducetto di turno. E alla magistratura, che non si è fatta intimidire. C’è ancora un’Italia dal volto umano. Difendiamola.