UNA DOMENICA DI ORDINARIA FOLLIA

DI MASSIMO RIBAUDO

Ieri è stato un giorno di follia totale, e, quindi, di assoluta normalità.

I ministri del lavoro e dell’economia accusano il Presidente dell’Inps di falsare i dati. Dovrebbero denunciarlo, se fosse vero. E’ un reato.

Quindi, la loro, è un’assurdità.

Il Presidente degli Stati Uniti ha consigliato alla Premier britannica May di denunciare (dove? a quale Tribunale?) l’Unione Europea. E ha poi detto che il vero nemico degli Usa è la stessa Unione Europea. L’avete voluta voi americani sta cazzo di Unione Europea per fronteggiare l’Urss e mettere una camicia di forza alla Germania. Bei risultati, yankee.

Siamo sette miliardi e mezzo di individui sulla Terra e la diplomazia degli Stati europei fibrilla per ottocento richiedenti asilo. Grande risultato della politica estera di Salvini. E allora De Gasperi, che dopo aver perso una guerra ha fatto passare l’Italia per nazione vincitrice, cosa doveva dire?

Intanto la Francia con lo jus soli vince il mondiale.

E il giovane Macron esulta così. Si vede che è preoccupato per l’euro e l’Unione Europea. Proprio molto preoccupato.

Il pilota automatico, intanto, oggi fa il turista ad Helsinki.

Noi, cerchiamo la manina.