MILAN : ARIA DI RIVOLUZIONE, VIA GATTUSO SUBITO CONTE?

Di VANNI PUZZOLO

La notizia non è ancora ufficiale, ma da indescrizioni appare certa, Elliott sembra intenzionato a tagliare con il passato e a cambiare tutto il management: dopo Gattuso, anche Fassone e Mirabelli avrebbero i giorni contati.

C’è, ci dovrebbe essere, Antonio Conte nel futuro del Milan, un futuro imminente visto che il nuovo proprietario Elliott avrebbe deciso di puntare sul ex tecnico del Chelsea, fresco di esonero, per rilanciare alla grande il suo Club.

Sabato ci sarà il primo CdA con Elliott a presiedere e potrebbe esserci la clamorosa svolta, il tecnico Pugliese prenderebbe il posto di Gattuso, ma anche Fassone sarebbe rimosso, per far posto a Leonardo e il ds Mirabelli verrebbe licenziato, puntando tutto su Cristiano Giuntoli, seppur ancora sotto contratto con il Napoli.

Conte, non è un mistero, è sempre stato ambito dal Milan e ora pure lui, sceglierebbe il Milan per il suo rilancio personale, sono quelle sfide che al tecnico ex juventino sono sempre piaciute.

Non casualmente, dopo il passaggio di consegne fra Li ed Elliott, il fondo americano non ha più speso parole significative per la conferma dell’intero management rossonero, ed è notorio, da sempre, che quando arriva una nuova proprietà, spesso e volontenrieri questa ritiene di azzerare gli incarichi e di ripartire con nuovi dirigenti.

Fassone sembra poi che stia puntando ad un ruolo da direttore generale in Lega.

Certo per ora sono solo indiscrezioni, Conte ha uno stipendio alto, e una causa per esonero per giusta causa in atto, quindi servirà una transazione e un accordo con il club di Abramovic ma non sarà questo che frenerà Elliott se le indiscrezioni raccolte oggi a Milano, verranno confermate.