CHI NON RISPETTA LA VITA NON E’ DEGNO DI RAPPRESENTARE L’ITALIA

DI MARCO FURFARO

Io starò sempre con chi ha ancora l’umanità di posare una mano su un viso spaventato dalla ferocia. Starò sempre con chi salva, con chi si sporca le mani, con chi sacrifica la propria vita per gli altri. Starò con chi ancora vede quegli occhi terrorizzati, con chi non ha nemmeno la forza di immaginare quanto possa essere grande il dolore di veder morire una donna e la sua piccola creatura accanto a te, quanto possa essere duro state per 48 ore abbarbicato a un pezzo di legno per salvarsi.

Starò con la vita, con la realtà, con chi ogni giorno ha una vita peggiore della mia e prova a scapparne. COn chi quelle vite prova a salvarle mentre si prende gli insulti di un ministro che ha giocato per giorni con la vita delle persone, che definisce criminali le ONG ma un “Paese sicuro” la Libia e i suoi lager. Poche ore prima, lo stesso ministro, Matteo Salvini, aveva detto che i migranti “i porti italiani li vedranno in cartolina”.

Detto, fatto. Adesso sarà contento, il ministro dell’inferno. Noi non lo saremo mai, perché prima di tutto c’è la vita. E chi non la rispetta, non è degno di rappresentare l’Italia. #restiamoumani