lL M5S VUOLE NAZIONALIZZARE LE AUTOSTRADE

DI PAOLO DI MIZIO

Lo dice il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli al Corriere della Sera. E io dico finalmente qualcuno che lo dice.

Le autostrade sono state costruite con i soldi degli italiani. Appartengono agli italiani. Vanno sottratte allo sfruttamento del capitale privato per l’arricchimento di pochi eletti e vanno restituite ai legittimi proprietari. Come avviene in Germania e in Gran Bretagna. Se le autostrade sono in grado di generare profitti (e ne generano a iosa), quei profitti devono tornare agli italiani che per tre generazioni hanno pagato, con le proprie tasse, la costruzione di quelle infrastrutture.

A proposito di capitale, vorrei ricordare alcuni elementi di base della sociologia. Marx parla di “rivendicazioni di classe”, perché le classi sono diverse, come tutti sanno, e gli interessi spesso non convergenti. Ma il compito di uno Stato è appunto quello di armonizzare le richieste delle varie classi, secondo principi generali di giustizia e di ripartizione dei benefici.

Il capitale, invece, non persegue e non conosce alcun principio di giustizia: persegue il profitto e conosce soltanto il profitto o la perdita. Per le leggi del capitale, l’essere umano, inteso come individuo o come società nell’insieme degli individui, non ha alcun rilievo e non è un valore ma solo uno strumento per creare valore aggiunto al capitale.
Vogliamo continuare ad essere strumenti per l’arricchimento di pochi?

(nelle foto due pagine del Corriere della Sera del 20 Agosto 2018)

L'immagine può contenere: 1 persona, in piedi e testo
Nessun testo alternativo automatico disponibile.