COS’É LO SPREAD?

DI PIERLUIGI PENNATI

Vediamo se ho capito cos’è lo spread: “Spread è una parola inglese che è tipicamente usata in Italia, nel linguaggio politico o finanziario per indicare la differenza di rendimento tra titoli di stato italiani e tedeschi” (Wikipedia).

Quindi, considerato che ad oggi il costo del denaro stabilito dalla BCE è lo 0,00%, cioè dà soldi alle banche senza chiedere interessi, ed ipotizzando che una banca tedesca li investisse in titoli locali, la Germania dovrebbe pagare lo 0,35% di interesse alla banca, che guadagnerebbe denaro senza far nulla pagata dal governo che dovrebbe indebitarsi.

Se, invece, la banca tedesca li investisse in titoli italiani gli renderebbero lo 3,03%, la banca sempre non spenderebbe nulla ed il governo tedesco non sarebbe interessato, ma quello italiano dovrebbe indebitarsi 9 (nove) volte di più di quello tedesco.

Ora, premesso che se fossi una banca tedesca investirei in titoli italiani, ma perché se il costo del denaro deve essere uguale in tutta Europa i titoli di stato possono avere rendimenti differenti?

Ma poi, perché gli stati devono emettere titoli pagando interessi alle banche quando potrebbero prendere anche loro il denaro direttamente dalla BCE senza pagare interessi?

Ho capito male o forse ci hanno un po’ infinocchiato con questa storia della BCE?

Rendimento dei titoli di stato dei Paesi europei e Tassi in tempo reale