C’E’ QUALCOSA DI POCO CHIARO SUL SEQUESTRO DELLA NAVE DICIOTTI

DI MARIA PIA DE NOIA

C’è qualcosa che non torna sul “sequestro” della nave Diciotti. Riconosciuto da più parti che trattasi di violazione della legge e dei diritti umani, ammesso pure che non lo sia ma lo è, come è possibile che una nave con vite umane e uno Stato intero siano in balìa della decisione di una sola persona che:
1) non ha i poteri per prendere quella decisione (non è capo delle forze armate, non è ministro della difesa, non è responsabile dei porti, non è un tema di ordine pubblico uno sbarco monitorato)
2) sembrebbe non aver fatto atti ufficiali (per il punto 1 non li potrebbe nemmeno fare) per bloccare la nave.

Quindi o non ci stanno raccontando tutto tutto di questa vicenda o ci troveremmo di fronte a un caso unico della storia democratica: un ordine impartito via Twitter da un Ministro che non ha i titoli per darli e con chi ha i titoli che o sta a guardare o esegue. Se così fosse la responsabilità va ben oltre Salvini.

Spero di aver capito male io altrimenti mi resta solo un grosso amaro boh .

Risultati immagini per C'E' QUALCOSA DI POCO CHIARO SUL SEQUESTRO DELLA NAVE DICIOTTI