A VENEZIA LE PRIME 2 PUNTATE DELLA SERIE TV TRATTA DA L’AMICA GENIALE

DI ELISABETTA VILLAGGIO

Saranno presentate al Festival di Venezia in anteprima mondiale le prime due puntate della serie televisiva L’amica geniale. “Sarà un’operazione analoga a quella fatta con The Young Pope di Paolo Sorrentino nel 2016, ha spiegato il direttore della Mostra Alberto Barbera.

Dopo il successo enorme dei quattro libri di Elena Ferrante la Rai ha deciso di produrre una serie e i primi otto episodi, di 50 minuti ciascuno, andranno in onda, due puntate alla volta, dal 27 novembre al 18 dicembre su Rai 1 in contemporanea con la messa in onda statunitense su HBO.

Il primo libro, L’amica geniale, pubblicato dalla casa editrice e/o, è uscito nel 2011, seguito da Storia del nuovo cognome, nel 2012, poi il terzo, Storia di chi fugge e di chi resta, nel 2013, e infine il quarto, Storia della bambina perduta, pubblicato nel 2014. Una quadrilogia tradotta in tante lingue e apprezzata in molti paesi infatti i libri hanno venduto più di dieci milioni di copie, con il mistero sull’autrice che usa uno pseudonimo perché non ha mai voluto svelare la sua vera identità.

La storia racconta di due bambine napoletane dei quartieri periferici e comincia negli anni ’50 per seguire le loro vite fino ad oggi. Elena, Lenù, e Raffaella, Lila, sono grandi amiche e crescono insieme in una città difficile, povera e violenta.

Un vero successo editoriale che ha spinto ha la Rai e HBO a realizzare questa serie, prodotta da Lorenzo Mieli e Mario Gianani per Wildside e da Domenico Procacci per Fandango, affidando la regia a Silverio Costanzo che ne ha curato anche la sceneggiatura insieme a Francesco Piccolo, Laura Paolucci e la stessa Ferrante. Tantissimi i provini per individuare le due protagoniste prima bambine e poi adolescenti. La produzione e la regia hanno visionato quasi 9000 bambini e 500 adulti prima di scegliere il cast definitivo. A interpretare Elena e Lila bambine sono rispettivamente Elisa Del Genio e Ludovica Nasti, al loro debutto sullo schermo, mentre Margherita Mazzucco e Gaia Girace saranno le due protagoniste adolescenti. Le giovanissime attrici parlano in napoletano e la serie sarà trasmessa in originale con i sottotitoli negli Stati Uniti dove i libri hanno avuto un enorme successo tanto che si organizzano, soprattutto per i turisti americani, dei tour nei luoghi dove è ambientata la storia. Nella realtà il film è stato girato prevalentemente nella periferia di Caserta, a Ischia e, ovviamente, anche a Napoli dove piazza del Plebiscito si è riempita di moto e macchine d’epoca per ricreare quell’ambiente dove le due ragazzine sono cresciute.

Le prime due puntate de L’amica geniale saranno presentate il primo settembre al Festival di Venezia per la stampa mentre il pubblico dovrà aspettare il giorno successivo.

Una grossa produzione con 150 membri di troupe per oltre100 giorni di lavorazione in un’immensa e costosissima produzione che, oltre agli attori, ha visto sul set circa 5000 comparse.

Questa prima serie ha seguito le vicende delle due amiche come nel primo libro, poi si gireranno le altre per un totale di 32 puntate.

L’amica geniale racconta una storia affascinante, di riscatto e di amarezza dove le due protagoniste cercano una vita migliore, una attraverso la forza di volontà, l’altra grazie all’intelligenza fervida e fuori dal comune. Sullo sfondo la vita italiana piena di contraddizioni, voglia di cambiamento, miseria, luoghi comuni, ideali e disappunti di intere generazioni.