ROMA HA PROBLEMI PIU’ URGENTI DELL’ECOPASS

DI MITA MEDICI

No, l’ecopass a Roma proprio no. Prima si deve creare una vera, capillare rete di trasporto pubblico efficiente, poi, forse, chissà, si potrà riparlare di ecopass. Prima lasci i pullman turistici fuori dal raccordo, poi, forse, chissà, si potrà parlare di ecopass. Prima ti dovresti assicurare che tutti i cittadini abbiano le risorse economiche per pagare anche l’ecopass, poi, forse, chissà, si potrà riparlare di ecopass, altrimenti è discriminazione…Prima risolvi questioni molto più urgenti, come il decoro della città attraverso una efficiente raccolta monnezza, l’istallazione di cestini rifiuti ad ogni angolo della città, portacenere e telecamere ai cassonetti più… affollati, poi, forse, chissà si può riparlare di ecopass. Fino ad oggi mi sono praticamente astenuta dal commentare lo stato di Roma, sono paziente, sono ben disposta verso le novità, ma quello che creerebbe una discriminazione in partenza tra chi può permettersi di spendere qualche soldo in più, e chi non potrà permetterselo, per circolare liberamente sul territorio, mi trova più che contraria. Anche solo pensare una soluzione del genere è un ERRORE SOCIALE, ancor prima che di mobilità sostenibile.

Risultati immagini per ROMA L'ECOPASS