SALVINI. ROBA DA MATTI E FORSE ANCHE PEGGIO

DI FABIO BALDASSARRI

Senza bisogno di rifarsi a Montesquieu e alla divisione dei poteri (legislativo, esecutivo e giudiziario) – che mi sembra da analfabeti della politica non dare per acquisita in un moderno stato di diritto – come può dire Salvini di sentirsi al di sopra della giustizia perché eletto ministro e vice-presidente del Consiglio direttamente dagli italiani? La nostra, oltretutto, è una democrazia rappresentativa e non una democrazia diretta; peraltro normata da una Costituzione che in proposito è molto chiara. Salvini, cioè, è mandato in Parlamento dai suoi elettori come tutti gli altri mentre, come ministro e vice-presidente del Consiglio, è stato indicato dal premier incaricato al quale il presidente della Repubblica affidò l’incarico di formare un governo che, una volta verificate le condizioni dell’alleanza tra Lega e 5 Stelle, ottenne la fiducia dal Parlamento. Questa fiducia, espressa con una votazione di secondo grado, varrà finché non sarà ritirata e/o il governo si dimetterà oppure si renderanno necessarie elezioni per fine legislatura a scadenza naturale o anticipata. Tra l’altro, per fare parte di un governo, è ben noto che non occorre nemmeno essere parlamentari (Matteo Renzi docet) e perciò eletti. Dunque, l’unica legittimità proveniente direttamente dagli italiani è, per Salvini, quella dei suoi elettori come lo è (con più o meno voti) né più né meno che per ogni altro deputato o senatore della Repubblica, di maggioranza o di minoranza che sia. Ci sono, poi, leggi e norme stabilite dall’ordinamento su come Salvini, nello svolgimento delle sue attuali funzioni può essere perseguito in sede giurisdizionale e, su questo, eventualmente, si potrebbe discutere visto che c’è stato un tempo il cui il Parlamento ebbe persino ad avallare l’ipotesi  che una certa signorina accompagnatasi con l’alleato di governo di Salvini (al tempo Berlusconi), siccome in maggioranza “presumevano” si trattasse della nipote di Mubarak, preservava l’ex cavaliere da un provvedimento giudiziario. Ma gli italiani davvero non hanno ancora capito con che gente abbiamo a che fare?