L’ITALIA NON RINUNCIA ALL’EUROZONA

DI ANNA FALCONE

Se c’è un problema nell’Eurozona, sono proprio quelli come Moscovici e tutti quei politici ed eurocrati che hanno snaturato il progetto europeo e ridotto la politica UE ad ancella del turboliberismo imperante. Siete voi ad essere incompatibili con l’Europa dei cittadini e dei diritti, e con i principi di solidarietà sociale, benessere dei cittadini e con gli obiettivi della piena occupazione e del progresso sociale sanciti nei Trattati UE e nella sua Carta dei diritti fondamentali. Parliamone, tanto per chiarirci e per chiarire che la maggiore minaccia al futuro dell’Europa nasce da voi e dal cieco egoismo di alcuni Paesi che pensano di poter continuare a gestirla indisturbati e in solitaria. Noi a quel progetto non rinunciamo. A voi sì. Serenamente. Definitivamente.