DESTINATI A RESTARE IN BALIA DEGLI EVENTI

DI STEFANO SYLOS LABINI

E’ inutile prendersela con i politici, vecchi e nuovi, il problema è culturale. Siamo destinati ad essere in balia degli eventi. Chi ha provato a fare di testa sua è stato fatto fuori come Enrico Mattei e Aldo Moro. Dalla fine degli anni ’70 hanno preso piede le privatizzazioni e le liberalizzazioni dei movimenti di capitalie e anche l’Italia, seppure con un po’ di ritardo e alcune resistenze, è stata travolta dall’onda liberista. A ciò si è aggiunta l’integrazione europea basata su regole assurde orientate al controllo dell’inflazione e del debito con una Banca Centrale costituita sul modello Bundesbank e per di più con sede in Germania. Ora cerchiamo di battere i piedi ma continuiamo a inginocchiarci di fronte agli ordini che arrivano da Bruxelles e Francoforte.