GOVERNO NORMATIVO

DI VANNI CAPOCCIA

Salvini vuol reintrodurre il servizio militare “così s’impara l’educazione”, Di Maio per il reddito di cittadinanza ha già stabilito cosa si potrà acquistare, cosa no e dove: niente sigarette, niente elettronica, niente gratta e vinci, niente trucchi, niente euro risparmiati per cavarsi uno sfizio.

Insomma ognuno dei due si vede come custode di una morale da imporre e vede la propria funzione di governo non come un atto che faccia vivere meglio le persone consentendo, anche grazie ad un po’ di euro in più in tasca, l’ampliamento delle libertà individuali e collettive, ma come un mezzo per esercitare forme normative di controllo e disciplina.