L’ULTIMA DEL SINDACO BRUGNARO: A VENEZIA HO ASSUNTO BATMAN

DI RENATA BUONAIUTO

Venezia. Il Sindaco Brugnano prende la parola ad un’iniziativa di Forza Italia ed annuncia : “A Venezia comandiamo noi”, non contento lo ribadisce “A Venezia comandiamo noi , siamo i capi del Nord Est…”
E già questo fa discutere ma poi va avanti e racconta delle ultime assunzioni fatte per i vigili urbani, ben 200 giovani non scelti attraverso i normali canali di valutazione ma secondo una logica differente, però gli manca la parola e chiede aiuto, qualcuno gli suggerisce “cronometro” e lui rinfrancato riprende: “Se sapevano correre, saltare, tirar su pesi, li prendevamo, così quando un nigeriano scappa, loro lo inseguono per 5 chilometri e lo prendono”. Non si ferma qui Brugnano, vuole colorire ancora di più questo suo pensiero ed aggiunge: “Così il nigeriano si ferma e dice: Ma chi siete? E loro: Siamo Batman!”. A questo punto risate e applausi vengono giù a profusione.
Perché ci crede davvero in quello che dice ed è fiero di se quando afferma “abbiamo fatto un efficientamento della macchina pubblica”, che parolone, peccato poi cascare sul “cronometro”!
Insomma la criminalità a Venezia lui la combatte così, giubbotti antiproiettili, mitragliette e vestito di Batman, si dichiara anche pronto a posizionarsi in prima linea, salvo poi classificarsi all’ ultimo posto nella corsa, perché cronometro alla mano temo che lui per raggiungere un nigeriano, di strada e di allenamenti ne debba fare ancora tanti.
Che tristezza, che inutili slogan e provocazioni, utili solo ad inasprire i toni ed a fomentare odio. Come quando apostrofò “Pezzenti” i turisti che avevano protestato per un conto eccessivo pagato in un ristorante veneziano.
Mi piace immaginare i nigeriani sorridere a queste squallidi proclami e non raccogliere simili sfide se non su un campo di calcio dove però mi pare che il Venezia militi ancora in serie B e proprio ieri abbia perso anche dal Perugia!