107 ANNI E NON SENTIRLI, ANTHONY MANCINELLI IL BARBIERE PIU’ LONGEVO AL MONDO

DI RENATA BUONAIUTO

E’ napoletano  già questo la dice lunga, sono di parte e si sa, ma Anthony Mancinelli, che immagino abbia aggiunto una “h” ed una “y”, al suo nome perché faceva tanto “americano”, è certamente un uomo speciale.
E’ entrato nei guinness dei primati già a 96 anni, come il più longevo barbiere ed ora alla veneranda età di 107 continua infaticabilmente ad esercitare la sua professione ed a conservare il titolo.
Anthony è arrivato con tanto di valigia di cartone in America quando aveva solo 8 anni, al suo seguito altri 7 fratelli, dopo tre anni ha trovato lavoro come “apprendista” barbiere, da lì una vita in salita con tanto di soddisfazioni. Per lui anche l’attore Ben Gazzarra è giunto nel New Windsor al “Fantastic Cuts”, per un taglio di capelli.
Jane Dinezza, la sua titolare ripete a tutti: “Può fare più tagli di un ventenne in un giorno, non prende mai malattia. Ho giovani con dei problemi al ginocchio o alla schiena, mentre lui continua ad andare avanti. Loro si siedono con il telefono, mandano messaggi, e lui continua a tagliare. La gente rimane sconvolta quando scoprono quanti anni abbia“.
Lavora 5 giorni alla settimana, sempre lo stesso orario dalle 12,00 alle 20.00. Ogni mattina prende la sua auto, perché ha ancora la patente, arriva al cimitero saluta la donna che per 70 anni ha vissuto accanto a lui e poi si reca a lavoro.
Ha tagliato i capelli a generazioni e generazioni, figli, padri, nonni e bisnonni, ha visto cambiare mode ed acconciature, seguendone gli stili ed assecondandone i gusti. I suoi clienti non intendono tradirlo, il suo tocco è magico e la sua passione una certezza.
Per il compleanno la Dinezza, voleva concedergli qualche giorno di ferie, la risposta è stata lapidaria: “Sei impazzita? Cosa vuoi fare, uccidermi?”.
A chi gli chiede quale sia Il suo segreto, risponde: “Non ho mai fumato o bevuto troppo. Mangio più che altro spaghetti fini. Quando vado dal dottore si stupisce del fatto che non abbia dolori da nessuna parte”.
Ma c’è anche un segreto nella sua vita ed alla fine lo confessa, ascolta solo musica napoletana.
E se fosse davvero quello il suo elisir di lunga vita?