CONFESSA IL PERSONAL TRAINER DE FILIPPIS:” HO UCCISO IO MARIA TANINA MOMILIA”

DI CLAUDIA SABA

Si è costituito oggi presso la caserma dei carabinieri di Fiumicino, Andrea De Filippis, il personal trainer, indagato per la morte di Maria Tanina Momilia.
La donna era stata ritrovata morta lunedì, in un canale di bonifica all’Isola Sacra, nel comune di Fiumicino.
Il marito ne aveva denunciato la scomparsa attraverso un accorato messaggio sui social, nel pomeriggio di domenica.
Il lunedì, la tragica scoperta del corpo e il riconoscimento del cadavere da parte del fratello.
Martedì, dopo i primi accertamenti, erano stati sentiti parenti e amici della vittima. Tra loro anche il personal trainer, Andrea De Filipois, con cui Maria si era vista in palestra, proprio nella mattinata di domenica.
Ma il racconto dell’istruttore, caduto più volte in contraddizione,
non aveva convinto gli inquirenti.
L’ex ispettore di polizia, 56 anni, dopo un lungo interrogatorio è stato iscritto nel registro degli indagati con l’accusa di omicidio.
Ora si attende l’autopsia per stabilire l’esatta dinamica del delitto.
Sembra che la donna sia stata colpita alla testa con un oggetto da palestra che non è stato ancora ritrovato.
Con molta probabilità l’omicidio sarebbe avvenuto in luogo diverso da quello in cui è stato ritrovato.
Si pensa alla palestra che in questo momento, era stata posta sotto sequestro dal magistrato.
L’uomo, dopo aver confessato l’omicidio, è stato trasferito al gruppo territoriale dei Carabinieri di Ostia.
Appena prima di mezzogiorno l’avvocato del personal trainer aveva detto: “Il mio cliente è assolutamente estraneo ai fatti”.