DALLA POLITICA ALLA GUIDA DI UN TAXI, QUESTA LA NUOVA “STRADA” DELLA PIDDINA BRIGANTINI

DI RENATA BUONAIUTO

Di Paola Brigantini, ex parlamentare PD, abbiamo sentito parlare spesso anche per imbarazzanti situazioni che la vedevano coinvolta in alcuni rimborsi della Regione a dir poco discutibili, quando era presidente della circoscrizione 5. Nata a Torino il 25 giugno 1974, si laurea in scienze politiche, come prima occupazione, si dedica ai libri, ma le pareti di una biblioteca le sembrano troppo strette per una donna che ama confrontarsi con la gente, ascoltare i loro pensieri. Forse proprio con questo spirito si avvicina alla politica, candidandosi con il PD. I 159 voti raggiunti non le garantiscono però un posto a Montecitorio ed allora per la Brigantini arriva il momento della grande svolta: diventare “tassinara”.
Studia ed ottiene così la licenza di guida, a breve il suo esordio, a chi le chiede come mai questa decisione risponde: “L’ho sempre vista come una professione affascinante, anche se è un lavoro duro, ti confronti con le persone, ascolti le loro storie, spicchi di vita e poi mi piace guidare“.
Certo c’è anche chi immagina possa essere un espediente per “sondare il terreno”, cercare nuovi potenziali elettori e alle prossime elezioni ripresentarsi, ma lei risponde piccata “Vado a lavorare, non intendo fare opera di catechesi politica”. Noi le crediamo, intanto di strada dovrà farne ancora e questa volta non si tratta di parole…