IL GIORNALISTA KHASHOGGI UCCISO E FATTO A PEZZI COME IN UN FILM HORROR

DI GIORGIO CREMASCHI

Il giornalista dissidente Khashoggi è stato ucciso e fatto a pezzi in un consolato dell’Arabia Saudita in Turchia.
Un delitto politico mostruoso di cui é responsabile lo stato più reazionario tirannico e feroce del mondo: l’Arabia Saudita. I governi occidentali, gli USA, la UE, la NATO sono soci dei serial killer sauditi e hanno le mani ed il portafoglio sporchi di sangue. Con la monarchia medievale padrona del paese e dei suoi assassini tutti i pesi occidentali fanno lauti affari, vendendo in primo luogo armi. L’Italia vende micidiali bombe costruite in Sardegna e tutti i governi italiani sono colpevoli dei bambini massacrati con esse in Yemen. Non risultano cambiamenti al riguardo da parte del governo del cambiamento. La vendita di bombe era perfettamente legale per la piddina Pinotti e lo è tuttora per il leghista Picchi. L’Arabia Saudita dello squartatore di giornalisti è anche alleata di fatto di Israele in Medio Oriente e quindi i governi occidentali sono doppiamente complici del massacro del popolo palestinese.
L’Arabia Saudita squarta le persone perché è sicura della complicità e della copertura dei governi occidentali, il nostro compreso. La spada che Trump ha brandito festeggiando i tiranni sauditi è uguale a quella che il regime usa per decapitare.
Non sappiamo se ora questi governi faranno un po’ di finto polverone o metteranno subito tutto a tacere. Sappiamo però che continueranno comunque e a scambiare affari con sangue, cascate di sangue.
La prima volta che un governante occidentale, UE, NATO, USA sventolerà i diritti umani contro un paese che non obbedisca ai suoi ordini, bisognerà solo sputargli addosso. Mostri ipocriti, fate più schifo dei serial killer con cui fate affari.