NIENTE RESPINGIMENTO PER AMADOU

DI LUCA SOLDI

 

 

Non occorrerà alcun respingimento per Amaduo. Non servirà mettere in atto tutte quelle faticose pratiche burocratiche per cacciarlo. Ha già deciso da se, “disobbedendo” ad un Paese che non voleva. 

Mettendo fine a sogni, speranze e tante umiliazioni.

Amadou Jawo, un giovane 22enne del Gambia che da due anni viveva in Italia, si è tolto la vita, impiccandosi al cornicione della casa a Castellaneta Marina dove viveva con altri connazionali. 

Adesso un po’ di pietà umana avrà da aiutarlo per l’ultima volta e di certo non sarà un peso per le nostre istituzioni.

Per questo ultimo atto l’associazione Babele, che opera nella zona, ha lanciato una sottoscrizione per il rimpatrio della salma.

Amadou “aveva avuto il diniego” alla domanda di asilo politico “e non poteva più restare in Italia. Magari avrebbe voluto tornare anche in Africa, ma temeva di essere additato come fallito e si vergognava:

”Ha pensato di non avere scelta”.  

La foto che accompagna il titolo non è quella di Amadou ma ne rappresenta la figura e raccoglie il senso di un dolore che ci colpisce tutti