A MARSIGLIA, UNA LAZIO PERFETTA VEDE LA QUALIFICAZIONE IN EUROPA LEAGUE

DI SONIA CAVICCHIA

E’ stata la partita perfetta, quella della Lazio al Velodrome di Marsiglia. Om annichilita, mai in partita e 3 a 1 finale che sta addirittura stretto agli uomini di mister Inzaghi. In certi momenti le giocate di Immobile e compagni hanno fatto stropicciare gli occhi ai cultori del calcio. Il colpo di tacco di Caicedo a smarcare Immobile che stampa il tiro sul palo, nel primo tempo, strappa applausi a scena aperta. Il secondo gol di Caicedo, dopo il vantaggio di testa di Wallace da calcio d’angolo, fa capire che i due si intendono a meraviglia, almeno a MArsiglia è stato così.  Il terzo gol di Marusic a giro , per il definitivo 3 a 1 è una perla di rara bellezza.

Vedere questa Lazio che lotta, ragiona, gioca di classe fa insomma esclamare che finalmente la squadra di Inzaghi si è svegliata, dal torpore che l’aveva travolta ad  inizio campionato. Certo, è ancora presto per dirlo, ma la Lazio senza sbavature di Marsiglia fa sognare davvero  i suoi tifosi. Geometrie perfette, Immobile in giornata di grazia anche se non ha segnato, centrocampo che ha ballato solo per pochi minuti dopo l’uscita di Leiva, una difesa meno distratta del solito, tranne la sbavatura di Strakosha sul gol di Payet su punizione. Questa è stata la Lazio di un 3 a 1 bello e convincente. Così, con la vittoria dell’Eintracht   contro l’Apollon, ai biancocelesti basterà vincere nel ritorno contro l’Om all’Olimpico, per avere la certezza matematica della qualificazione, sperando  che l’Apollon non batta i tedeschi. Intanto la qualificazione la squadra di Inzaghi, stasera  l’ha già messa in cassaforte. E può perderla solo lei.