BASTA CON GLI ISTIGATORI D’ODIO

DI SANDRO RUOTOLO

“Vermi infami, la pagheranno” oppure “gli autori di questo orrendo crimine, secondo gli investigatori, sono stati identificati e arrestati”? Scegliete voi, sappiate però che dalla vostra scelta dipende la qualità della nostra democrazia. Non si possono accettare gli istigatori d’odio. Sapete di cosa stiamo parlando? La polizia ha fermato, così è uscita l’informazione, due senegalesi irregolari e un nigeriano per l’orrenda morte di Desiree, la sedicenne indotta a prendere droghe e abusata dal branco, morta a Roma. Ma perché sottolineare la nazionalità dei fermati? Brutti, sporchi e cattivi non x, y e z ma uomini di colore. E così le pulsioni xenofobe e razziste vengono legittimate dal ministro fascioleghista. Un ministro dell’interno avrebbe dovuto esprimersi da ministro e non da leader di un movimento xenofobo e razzista. Quasi ogni giorno ormai si registra un episodio di razzismo nel nostro Paese. Chi commette un reato è un criminale e sottolinearne la razza, la provenienza e la religione si chiama razzismo. Punto.