IL MURO DI DRAGHI ERA SCONTATO. RILANCIAMO LA MONETA FISCALE

DI STEFANO SYLOS LABINI

Il muro di Draghi era scontato. Ora il governo ha 3 possibilità: resistere col deficit al 2,4% che comunque è insufficiente a dare quello stimolo che oggi è necessario, capitolare o rilanciare con la Moneta Fiscale. Dobbiamo rilanciare con la Moneta Fiscale perchè arrivati a questo punto anche un deficit al 2,4% avrà un impatto molto minore di quello che si sperava dal momento che la spesa per interessi tenderà a risalire e il credito bancario è destinato a ridursi. Dunque rimanere fermi col deficit al 2,4% cullandosi nell’illusione che con le prossime elezioni europee del maggio 2019 possa cambiare chissà che è un errore enorme. Anche se la nuova Commissione sarà nominata da un parlamento a maggioranza euroscettica, essa dovrà comunque sottostare a ciò che è scritto nei Trattati e chi continuerà a comandare sarà la BCE.

Risultati immagini per LA MONETA FISCALE