RAI, ECCO I NUOVI DIRETTORI TG1 TG2 TG3

DI MARINA  POMANTE

Le nomine dei direttori dei telegiornali delle tre principali reti Rai sono state deliberate mercoledi 31 ottobre dal Cda che ha espresso un solo voto contrario, quello di Rita Borioni, consigliere Rai dal 2015 in quota al Partito democratico.
Sarà Giuseppe Carboni che attualmente ricopre il ruolo di Caporedattore al Tg2 (voluto dal Movimento 5 Stelle) che assumerà la direzione del Tg1, la rete ammiraglia di casa Rai.
Alla direzione del Tg2 il Cda ha invece deliberato per Gennaro Sangiuliano (caldeggiato dalla Lega). Per il Tg3 il direttore designato è Giuseppina Paterniti (anche lei di area M5S), la sua nomina è stata sancita con una certa sorpresa perchè fino all’ultimo si dava per certo Luca Mazzà, da molti ritenuto intoccabile, invece Mazzà, (gradito al Pd e alla Lega) andrà alla Radio, con la nomina di direttore del Giornale Radio Rai e di Radio1. La Paterniti era indicata per il ruolo di direttore al Tg1, tuttavia la Lega, la riteneva “troppo di sinistra” e probabilmente l’accomodamento che si è trovato, contenta tutti.
Arrivata dal Cda anche la conferma per Alessandro Casarin (vicino alle posizioni della Lega) alla direzione della Testata Giornalistica Regionale (Tgr), da cui dipendono i tg regionali.

Giuseppe Carboni direttore Tg1
Giuseppe Carboni è nato a Roma nel 1961, è sposato ed è padre di tre figli. Ha percorso tutta la sua carriera in Rai, conducendo con successo alla radio, trasmissioni come “Stereo Notte”, Carboni è infatti un esperto di musica e spettacolo.
Dal 2011 è stato Caporedattore del Tg2.
Carboni è in Rai dall’agosto del ’79, qunado esordì con il programma Controcanto a Radio 3, il canale radiofonico dedicato alla musica classica. Tre anni dopo, nel 1982, entra a far parte di Stereo Notte, un programma all’avanguardia che si rivolge ai giovani, voluto dall’allora direttore generale Rai, Biagio Agnes e Pierluigi Tabasso, per non perdere terreno e recuperare ascoltatori dirottati e attratti dalle radio private sulla banda Fm.
Fu grazie al suo articolo sul concerto degli U2 tenuto a Dublino nel 1989 che iniziò la collaborazione con il Tg2.
Da segnalare gli approfondimenti di cultura e attualità come: Pegaso, Diogene giovani e Speciale sulla Luna.
Nel ’95 Carboni lavorerà al Tgr di Bolzano ma l’anno successivo tornerà a Roma per occuparsi della sezione politica del Tg2, sotto la direzione di Clemente Mimun.
Con l’avvicendamento di Marcello Masi alla direzione del Tg, Giuseppe Carboni riceve la nomina di caporedattore, sempre a Montecitorio.
E’ uno dei pochi giornalisti ad avere un buon dialogo con Beppe Grillo, da subito, dalla prima intervista, in occasione della traversata a nuoto nello stretto di Messina dello stesso ex comico, per sostenere il Movimento 5 Stelle in Sicilia,
Ha seguito il Movimento 5 Stelle sin dal 2013 l’anno del loro ingresso in Parlamento.

Gennaro Sangiuliano Tg2
E’ un giornalista e saggista, nato a Napoli nel 1962, è Laureato in giurisprudenza ed è stato docente alla Lumsa, alla Sapienza e alla Luiss.
Su proposta dell’mministratore delegato Fabrizio Salini è stato nominato dal Cda della Rai, direttore del Tg2.
Da giovane ha militato nel Fronte della Gioventù, l’organizzazione giovanile del movimento di estrema destra Movimento Sociale Italiano (MSI), e dal 1983 al 1987 è stato consigliere circoscrizionale del Movimento Sociale Italiano-Destra Nazionale nel quartiere Soccavo di Napoli. Alle elezioni politiche del 2001 si era candidò per la Camera dei deputati nella lista Casa delle Libertà, ma non venne eletto.
Gennaro Sangiuliano dal 2009 è stato vicedirettore del Tg1. In passato dal 1996 al 2001 assunse la direzione di “Roma” un quotidiano di Napoli ed è stato Capo della redazione romana di Libero e poi, vicedirettore durante la direzione Vittorio Feltri.
Nei primi anni 90, Sangiuliano è all’Indipendente. Ha scritto per il Giornale di Napoli durante la direzione di Lino Jannuzzi, per Il Foglio di Giuliano Ferrara e per Il Giornale.
Nel 2003 entra in Rai, come inviato del Tgr, diventandone caporedattore e poi sbarca al Tg1.
E’ stato inviato in Bosnia, Kosovo e in Afghanistan.
Sangiuliano viene nominato vicedirettore del Tg1 nel 2009, sotto la direzione di Augusto Minzolini.
Intensa la sua attività di saggista, ha pubblicato: “Scacco allo zar: 1908-1910: Lenin a Capri, genesi della rivoluzione”, “Quarto Reich – come la Germania ha sottomesso l’Europa” (con Vittorio Feltri) e “Putin. Vita di uno zar”.

Giuseppina Paterniti Tg3
Nata a Capo d’Orlando nel 1956, è una giornalista, autrice televisiva e scrittrice, è lei la nuova direttrice del Tg3, nominata dal Consiglio di amministrazione della Rai.
Giuseppina Paterniti, dal 1989 al 1991 è stata autrice di “Atlante”, un programma di seconda serata su Rai1, di geografia economico-politica.
Ha lavorato in Rai1 per alcuni programmi per ragazzi, come presentatrice, autrice e responsabile. Tra le trasmissioni alle quali ha partecipato c’è “il Sabato dello Zecchino”, ma anche “Big!” con Piero Chiambretti.
Inviata della redazione economica del Tg3, si è occupata dal 1996 al 2007 dell’informazione politica economica, occupandosi dei servizi dai vari Consigli dei ministri, vertici Nato, vertici del Fondo monetario internazionale, del G8 e del Wto.
Dal 2008 al 2015 è stata corrispondente Rai, seguendo da Bruxelles, le attività delle istituzioni europee. In seguito è stata nominata vicedirettrice della testata Tgr.
La Paterniti è autrice di diverse inchieste e di approfondimenti, fra cui quella sulle cartolarizzazioni degli immobili pubblici per la trasmissione “Primo Piano”, un quotidiano di approfondimento a cura del Tg3.
Nel 2000 ha pubblicato “Una nuova anima Europea” (Editrice Ave) e nel 2004 “Lo stivale di carta” (Editori Riuniti), un’indagine sulla vendita dei beni pubblici attuata attraverso la cartolarizzazione. .
La Paterniti, ha inoltre fatto parte attivamente nell’Usigrai, il sindacato dei giornalisti Rai.