ASIA BIBI, DAL PAKISTAN ALLA TURCHIA DOVE LA BLASFEMIA E’ ANCORA REATO

DI ALESSANDRO FIORONI

Blasfemia. Dal Pakistan lacerato dalle proteste integraliste per il caso Asia Bibi fino all’”occidentale” Turchia, pronunciare frasi offensive contro la religione è ancora un reato che in alcuni casi comporta una condanna alla pena capitale.