A BILBAO IL FORUM DELLA SINISTRA EUROPEA

DI PAOLO FERRERO

 

La foto che vedete rappresenta un doveroso atto di solidarietà fatto in qualità di vicepresidente del partito della sinistra europea, con i lavoratori dell’albergo Barcelò-Nerviòn di Bilbao, che sono in lotta contro i salari da fame a cui li costringe la direzione. In questo albergo di Bilbao sono infatti ospitate le delegazioni venute da tutta Europa per dar vita al Forum Sociale Europeo delle forze di sinistra, verdi e progressiste che si apre oggi a Bilbao.
E’ la seconda volta che si tiene il forum europeo. Il primo si tenne l’anno scorso a Marsiglia ed è in se un fatto positivo che questo appuntamento si ripeta a distanza di un anno, con una partecipazione di persone e di organizzazioni maggiore di quella di un anno fa.
L’idea del Forum è molto semplice e cioè di determinare una occasione in cui le forze politiche e sociali che si battano contro il liberismo possano trovare un momento di incontro a livello europeo al di là delle diverse appartenenze politiche ed organizzative.
Il tentativo è cioè quello di costruire una agenda dalla parte dei popoli europei da contrapporre a quella della Commissione Europea e della BCE.
Non a case le sessioni di lavoro verteranno su Una nuova Europa per un nuovo mondo (migrazioni, pace e commercio internazionale), sull’Europa di eguaglianza e la lotta al patriarcato, sulla proposizione di un modello economico solidale che investa in lavoro e diritti sociali, sulla lotta per la riconversione ecologica della società e delle produzioni.
Il Forum è quindi l’apertura di un processo di convergenza per costruire in Europa quella sinistra di cui abbiamo bisogno per sconfiggere i potentati capitalistici e le politiche neoliberiste.
Dall’Italia, oltre al sottoscritto che interviene in qualità di Vicepresidente del Partito della Sinistra Europea, partecipano delegazioni di Rifondazione Comunista (Marco Consolo e Giovanna Capelli), di Altra Europa (Roberto Musacchio e Rosa Rinaldi), di Transform (Roberto Morea).
Nei prossimi giorni vi daremo conto dell’andamento dei lavori