SOLO 10 GRADI IN PIÙ DIETRO I 370 GRADI DELLA VICEMINISTRA?

DI VANNI CAPOCCIA

Un video con la viceministra Lezzi è diventato virale perché l’esponente del M5S si confonde, e a proposito della proponimento del suo partito di controllare con una commissione la divulgazione scientifica in Rai dice di voler “informare a 370 gradi” i cittadini. (https://www.youtube.com/watch?v=qwAmiIjOgtY)

Ora che i gradi di un cerchio sono 360 lo sanno anche i bambini, ma parlando può capitare di sbagliarsi. Il problema che mette in luce quel video è il discorso contorto, confuso, privo di senso dell’esponente del M5S. Lo è perché la viceministra incespica sulle parole e si arrampica sugli specchi per non dire chiaramente che il M5S vuole la commissione sull’informazione scientifica per tentare di dare dignità scientifica alle fesserie oscurantiste che molti esponenti 5 stelle portano avanti.

La vaccinazione che si fa mandando i figli in processione dal cugino infettato, le baggianate sulle scie chimiche e sui complotti dietro ogni fatto: imbattibile il viceministro Carlo Sibilia quando afferma che lo sbarco sulla luna è «un episodio controverso».

Sta di fatto che con questa commissione, ed è questo che la viceministra non ha voluto dire chiaramente, ci sarà il ribaltamento del metodo scientifico. Non più la scienza che su nuovi studi dimostra la fallacità di una teoria o metodo scientifico; o un’indagine giornalistica che svela le truffe fatte in nome della scienza, ma trasmissioni scientifiche che diffonderanno bufale dette in nome di una qualche teoria e scienziati che dovranno provare il contrario.

È questo il vero pericolo dietro le confuse parole della viceministra Lezzi. Il ribaltamento del metodo scientifico e il trionfo della stregoneria: l’astronomia e Margherita Hack sullo stesso piano dell’astrologia e del mago Otelma, metodi privi di studi e sperimentazioni che affermano di curare il cancro allo stesso livello di cure che hanno dietro di sé decenni di ricerca e cura.