MARIA LATELLA MANDA LA FIGLIA ALLA SCUOLA TEDESCA

DI MICHELE ANSELMI

Dunque, ascoltando la lettura dei quotidiani che ogni mattina Maria Latella pilota su Radio24 siamo venuti a sapere che la giornalista titolare della rubrica ha mandato la figlia a studiare in una scuola tedesca, immagino privata e s’intende costosa. In quella scuola, a differenza di quella pubblica italiana, gli studenti non copierebbero mai, e il riferimento era al ministro Matteo Salvini, il quale parlando su Raitre con alcuni ragazzini, nella nuova trasmissione “Alla lavagna”, ha interpretato il ruolo del papà spiritoso e di manica larga, consigliando di copiare un po’ ma non troppo.
Ora non entro nel merito di quell’incredibile programma di Raitre in odore di minculpop. Ma capisco invece perché Maria Latella non si ferma mai, neanche un minuto. Lei, che pure ha fatto della lotta al “multitasking” una bandiera personale, gestisce dal lunedì al venerdì la rassegna stampa su Radio24 (6.30-9), il sabato mattina registra l’intervista televisiva al politico di turno per Sky e la domenica mattina torna su Radio24 per condurre “Nessuna è perfetta”, dove appunto si parla delle donne italiane che sarebbero fregate dal “multitasking”. Poi c’è il lavoro sulla stampa scritta, mi pare per “Il Messaggero”. Latella stessa pare essersi accorta di aver esagerato un po’, infatti ogni tanto a “Nessuna è perfetta” fa qualche battuta su se stessa drogata di lavoro, ma continuando a non l
asciare nulla. La scuola tedesca costa.