TORINO FILM FESTIVAL: DA PUPI AVATI A NANNI MORETTI CON UN TOCCO NOIR

DI CHIARA BERNARDINI

Tutto pronto per la 36° edizione del Torino Film Festival che si terrà dal 23 novembre al 1° dicembre.
Tanti saranno i nomi e altrettanti i titoli, nazionali e internazionali, che saranno presentati nella città della Mole.

Una rassegna legata dal filo conduttore del genere Noir, ma anche da una serie di pellicole che in base al risultato finale possono essere definiti veri e propri “film da festival”. Un genere, quest’ultimo, che non esiste ufficialmente nella lista di categorie delle pellicole, ma che negli anni è diventato un vero e proprio carattere distintivo.

Grandi aspettative per questa edizione dedicata al centenario della nascita di Rita Hayworth. Una delle più grandi dive del XX secolo, ma di quelle vere. Ritratta come “mascotte” del festival anche nel manifesto della rassegna.
Ad aprire le danze sarà Jason Reitman, che presenterà “The Front Runner”. Tratto dal libro “All the Truth” racconta il primo ‘caso’ di gossip nel 1988 sulla vita privata di un politico.
Il regista presenterà la pellicola che sarà poi distribuita nelle sale italiane il 21 febbraio dalla Warner Bros.

Undici saranno i titoli per la sezione “Apocalittica”. Registi nazionali e internazionali porteranno sul grande schermo in anteprima “la fine del mondo”, tra questi anche una prima mondiale.
Non solo, le anteprime mondiali e nazionali saranno presentate anche nella Festa Mobile. Tra gli italiani nel mondo, nomi come Elisabetta Sgarbi con “I nomi del signor Sulcic”, un racconto che tra passato e presente mescola realtà e finzione. Alessandro Gazale, Francesca Niedda, Antonio Angius, Gavino Ruda, Teresa Soro e Mario Olivieri prenderanno parte al film di Bonifacio Angius “Ovunque proteggimi”. Sempre in prima mondiale sarà presentata la pellicola di Daniele Segre che ci farà emozionare con il docu-film “Ragazzi di Stadio, quarant’anni dopo” sul significato di unione che porta con sé la curva degli ultras.
Tornano sul grande schermo inoltre, Keira Knightley e Nicolas Cage. La prima ricoprirà il ruolo di Colette, una delle donne più rivoluzionarie del ‘900, il secondo sarà il protagonista di un horror lisergico.

A chiudere in bellezza ci penserà Nanni Moretti che il 1° dicembre presenterà in anteprima mondiale “Santiago in Italia”. Attraverso immagini e video mostrerà i mesi successivi al Colpo di Stato del dell’11 settembre 1973, concentrandosi in particolare sul ruolo dell’ambasciata italiana a Santiago. Il film uscirà nelle sale il 6 dicembre 2018.

Non mancheranno momenti di grande riflessione. Un esempio sono le pellicole e le proiezioni dedicate alla giornata mondiale contro la violenza sulle donne, il 25 novembre.

Per la direzione artistica dobbiamo ringraziare Emanuela Martini che insieme al guest director Pupi Avati accompagneranno il pubblico e gli artisti in questi giorni di grande spettacolo.
Tra gli altri nomi risaltano Valerio Mastandrea, che sarà in concorso con il suo esordio da regista “Ride” e James Franco che presenterà in prima mondiale il suo nuovo film, “Pretenders”. Presiederà la giuria il regista Jia Zhangke.
Questo è solo l’inizio e una breve sintesi di ciò che il capoluogo piemontese ha in programma. Grandi emozioni, grandi riflessione e anche divertimento. Perché il cinema, in fondo, è il connubio di questi tre importanti ingredienti.

Per il programma dettagliato e scoprire tutte le novità che questa edizione ci riserverà è possibile accedere al sito www.torinofilmfest.org/